Scacchi tappati

Da UZ wiki.
Versione del 1 ott 2011 alle 17:45 di Sisifo (Discussione | contributi)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

Descrizione

Un altro parto della malata mente del Pol, ispirato al gioco di carte collezionabili Magic: the Gathering.

Le regole sono le seguenti:

  • Una semimossa è una a scelta delle seguenti due cose:
    • muovere un pezzo come nel normale gioco degli scacchi, e poi tapparlo, cioè appoggiarlo sulla casa di arrivo coricato a terra.
    • stappare un pezzo tappato, cioè rimetterlo in piedi.
  • una mossa di ognuno dei due giocatori è composta da due semimosse consecutive. Cioè, può essere:
    • muovere due pezzi stappati, tappandoli
    • stappare un pezzo e poi muovere, tappandolo, un pezzo stappato (un altro o eventualmente lo stesso)
    • stappare due pezzi
  • Quando si arrocca, si tappano sia il re che la torre
  • il matto è quando non è possibile evitare che alla mossa successiva venga mangiato il re.

L'idea è che i pezzi tappati si siano in un certo senso "scaricati" e vadano ricaricati prima di poterli muovere.

Metavarianti

Gli scacchi sesquitappati, in cui ogni giocatore fa tre semimosse invece che due. Dall'andamento decisamente instabile.

Commenti

Molto divertente, anche se inizialmente può sembrare più lenta e macchinosa degli scacchi usuali. La strategia migliore sembra quella di giocare quasi interamente come negli scacchi banali, cioè muovendo un pezzo e stappandolo nello stesso turno in modo da restare con quasi tutti i pezzi stappati, ma riservandosi molti trabocchetti interessanti dovuti al fatto che all'occorrenza si possono fare "due mosse invece di una". Quando si prevede che il proprio pezzo verrà mangiato (ad esempio negli scambi), conviene invece lasciarlo tappato. Tenere abitualmente il re tappato può essere molto pericoloso a causa delle doppie minacce.