Scacchi bosonici

Da UZ wiki.
Versione del 1 ott 2011 alle 16:44 di Sisifo (Discussione | contributi)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

Descrizione

Una variante made in Poloni che applica con successo la fisica delle particelle agli scacchi.

I normali scacchi si comportano seguendo la statistica di Fermi-Dirac, cioè come Fermioni (protoni, elettroni, ecc.), e in particolare non possono stare contemporaneamente nello stesso stato (è il principio di esclusione di Pauli). Cosa succederebbe se invece si comportassero come bosoni, (ad esempio fotoni o gluoni), e potessero andare beatamente in stati sovrapposti?

Negli scacchi bosonici, valgono le normali regole degli scacchi con le seguenti varianti:

  • pezzi dello stesso colore possono coabitare nella stessa casa senza problemi.
  • pezzi dello stesso colore non "interferiscono" tra loro lungo le mosse e possono sorpassarli senza nessuna limitazione: ad esempio, come mossa iniziale la Ta1 può muovere in a4, o in e1 nella stessa casa del re, o mangiare il Pa7 del nero. Non può però mangiare la Ta8 perché sulla sua strada c'è un pezzo di colore diverso.
  • nell'arrocco viene eliminata la limitazione che le case su cui transitano i pezzi devono essere libere: ad esempio, si può arroccare come prima mossa.
  • quando si mangia, si eliminano tutti i pezzi che si trovavano nella casa di destinazione.

Metavarianti

Si può combinare facilmente con altre varianti, snaturandole completamente. Per esempio, è stata proposta la scacchiera 5x5 bosonica.

Commenti

Strategicamente interessante, ma non molto longeva. Rimuovere i pedoni dalle loro colonne di competenza può aprire pericolose buche di potenziale, e il valore dei cavalli decade notevolmente.