Canzoni

Da UZ wiki.

Matematica

Zeta

Shpalman - Elio e le storie tese

Fra i corsi che in normale tu puoi fare ricordiamo Sagnotti.

Fra i corsi che in normale tu puoi fare come non citare Ricci?

C'è il corso di Psalsa,

ci son corsi di merda,

ma il corso di Galois

te lo fa solo Zannier.


[parlato] Psilvi e le vergini dell'Ifigonia in Culide tornano domani,

adesso è il momento di andare da Zannier!


L'esercizio che ci ha dato lunedì mi spaccava la testa

L'esercizio che ci ha dato lunedì non veniva neanche a Davide

Ma io ho chiamato "Venez!"

Lui mi ha risposto "Dimmi"

E io gli ho detto: "Vieni qui che c'è bisogno di te per difendere me"


Attenti matematici [perché è arrivato Zannier,

ti chiude la porta in faccia

Aiuto arriva Zannier

che tutti boccerà.] x2


Non c'è dubbio che Zannier sia un nemico

coi tic sulla faccia.

E non credere che a Zannier gli puoi dire "Sono in ritardo"

Perché si chiama Zannier

e il nome dice tutto

e se non resti muto quando sei a lezion,

lui ti asciuga i maron

diventa scleratissimo


Perché si chiama Zannier

ti chiude la porta in faccia

Aiuto arriva Zannier

che tutti boccerà


Terrore alle sei e un quarto

Gennady non arriva

quando aprirà la porta

del sangue scorrerà


Facc! Zic! Briff! Rottprot! Mingh!

Pat Pat! Zic! Zum! Patatracchete!

Uelalalala! Che super sballo!

Nella confezione di Zannier megatransformer

super action trovi la cartolina del concorso

"chiudi fuori il tuo compagno di banco"

e gli regali un esame a settembre con Zannier.


Perché è arrivato Zannier

ti fa una zeta in faccia

aiuto arriva Zannier

che tutti boccerà

autografi il libretto

di tutti i normalisti

ma non esagerare

non darci ventitrè


Non te ne andare Venez,

ci mancherai di brutto

così quel farabutto

tutti ci boccerà!

Il Corango

Un dì Carpigna nella classe andò

e tutti gli integrali

li volle intorno a sé

"Acquistapace s'è arrabbiato

il compito farà

voi non avete colpa

io vi salverò!"

Ci son due covarianti

ed un corango-tango

due piccoli versori

il numero reale

coseno seno e la tangente

non manca più nessuno

solo non esiste il "non esiste"!

Hanno ucciso Carminati

Solite ore oggi in facoltà

nella classe stan spiegando le affinità

loschi esercizi ci dà la Bodei

ma li capisce solo lei


Tutto ad un tratto la porta fa "SPAN"

Martelli entra di corsa con una novità

Dritta sicura si mormora che

Di sopra si è sentito un BANG!


Hanno ucciso Carminati

chi sia stato non si sa

forse Lisca o Carpignani

Acquistapace non lo sa

Hanno ucciso Carminati

non si sa neanche il perché

avrà fatto qualche sgarbo

ad un amico di Steffè...

Alla centrale della polizia

Acquistapace dice:

"Che volete che sia?

Quel che è successo

non ci fermerà

il compitino si farà"


Ma per le aule c'è il panico ormai

qualcuno esce di corsa

nessuno vuole guai


E gli appelli di giugno, si sa,

nessuno ormai li passerà


Hanno ucciso Carminati

chi sia stato non si sa

forse quelli del Sant'Anna

o qualcuno in facoltà


Hanno ucciso Carminati

un sospetto ce l'avrei

sarà stato Carpignani

"Te l'ha detto la Bodei?" (è scritto sulle slide)


Giù in corridoio si vedono gangs

di facoltosi disperati e pieni di stress

Se non ti vendon li venderai tu

per un 18 o poco più


Le ore di Carlo son miti per noi

le norme equivalenti sono gli unici eroi

soltanto Carpigna a noi rimarrà, e Carlo non ritornerà


Hanno ucciso Carminati

chi sia stato non si sa

forse Lisca o Carpignani

Acquistapace non lo sa


Hanno ucciso Carminati

non si sa neanche il perché

avrà fatto qualche sgarbo

ad un amico di Steffè...


Il Rock di Carlo Mantegazza

Ciurmaaa!!! Questo silenzio cos'è?

Svegliaaaa!!! Tutti a rapporto da me

Gennady!!! Pezzente di un fisico!

Possibile che nessuno si muova?

Ma sono o no il professore

di questa lurida classe

di questa lurida classe?


Sono o non sono Carlo Mantegazza?

e allora quando vi chiamo

lasciate tutto e correte

e fate presto perché

chi arriva tardi lo sbrano


Avanti chi mi dà

risposta a questo qua?

La voglio giusta, però,

perché altrimenti non so

che cosa vi farò!


Ti prendi gioco di me

taci, De Palma, perché

quei branchi di mocciosi

ti stanno ad ascoltare

ti credono un eroe

Sei solo un analista

un esibizionista

di tutti i miei studenti

sei il più pericoloso

il primo della classe


Ma a voi vi sembra giusto?

Durante un compitino

ha preso il mio esercizio

l'ha data in pasto a quel

dannato lemma di Zorn!


Ma non la passa liscia

gliela farò pagare

con le mie stesse mani

anzi al colloquio

lo dovrò scannare


Eccolo in vista

E' lui con Gennady a fianco


Meglio che questa volta si arrenda

Non voglio promozioni

vi servirebbe un ventotto


La ragione è dalla nostra parte, ricordatevelo...

Avanti all'arrembaggio

Avanti all'arrembaggio

Sono o non sono Carlo Mantegazza?

E allora avanti col coro

Cantate tutti con me

E ripetete con me

i lemmi che vi ho insegnato


I normalisti noi siam...

contro Carpigna lottiam... //contro il Sant'Anna lottiam...

ci esercitiamo a Scuola

a far la curvatura // a fare roba dura

per fare più paura


Ma cosa c'è di male?

Ma cosa c'è di strano?

Non ci capiamo una mazza

ma in fondo lavoriamo

per Carlo Mantegazza


Io sono il professore

e l'esercitatore

della topologia

io sono la teoria

il faro illuminante

Ma lo capite o no?

Ve lo rispiegherò!

Per fare gli esercizi

non bastano i discorsi

ci vuole il formalismo!


Oi Cara Mamma

OI CARA MAMMA

Oi cara mamma perché vai a Parigi?

La mamma va a Parigi e non ritorna più.

Oi si si cara mamma no, senza te come mai farò?


Guarda Alessandra come si dispera

con chi leggerà la sera se tu non ci sei più?

Oi si si cara mamma no, senza te come mai farò?


Guarda i tuoi amici che san l'Abissale,

senza la tua ascia tutti moriran.

Oi si si cara mamma no, senza te come mai faran?


Guarda Gaiffi come si lamenta

ma per fortuna Andrea poi lo consolerà.

Oi si si cara mamma no, senza te come mai farò?


Guarda il subotto come fermo sta,

con chi si giocherà se tu non ci sei più?

Oi si si cara mamma no, senza te come mai farò?


Guarda i tuoi figli che sul ponte stan.

Li hanno buttati fuori dalla Scuola Normal.

oi si si cara mamma là, là sul ponte vanno a cantar.

Fisica

Lagrangianda

Piangere, piangere, piangere ancora,

ora Sagnotti paura mi fa,

bruciano le pagine del Morin che era

troppo elementare per il corso in Normal.


Algebre di Lie, matrici, gruppi ed ancora

il grande professore alla lavagna spiegò,

il normalista che studiava fino all'aurora

non capendo niente si spaventò...


Salvaci, salvaci, grande Taronna!

Facci fare gli esercizi del compitin:

alla lezione Sagnotti spiegava

i numeri quantici e pure lo spin;


dateci, dateci una lagrangiana

figlia di Eulero, degna di un re,

presto più presto perché la derivi,

dateci il conto più bastardo che c'è!


Frena Sagnotti, frena ti prego,

fino a fine anno non arriverò!

Non mi bocciare ora di prego,

forse un giorno ti ringrazierò... (cit.)


Oh-ho Sagnotti Oh-ho Sagnotti

Oh-ho Sagnotti Oh-ho Sagnotti Oh-ho!


Conti e poi conti e poi tutto finiva

la pace della mensa infine arrivò,

ma già era nella posta quella nera missiva,

chiuso nel collegio un normalista gridò:


"Come è possibile? Dove ho sbagliato?

Pensavo di aver fatto tre esercizi su tre!

E' il nono compitino ormai, sono spacciato!

Sembrava funzionare l'invarianza di Gauge..."


[Con accento romano] "Sbagli, te 'nganni, te sbagli studente,

hai fallito il conto, hai fatto un'oscenità.

Il compito dimostra che non sapevi niente,

abbiam normalizzato, eppure fate cagà!


Vi aspettiamo qui domani ai colloqui,

siete messi male, dovete studià!

Gli esponenti critici sono innocui:

nessuno vuole mettervi in difficoltà!" (cit.)


Non è poi così lontana la cacciata,

forza ragazzi ce la possiamo far!

Ho studiato insieme a voi tutta la notte,

il modello d'Ising non ci fermerà!


Oh-ho Sagnotti Oh-ho Sagnotti

Oh-ho Sagnotti Oh-ho Sagnotti Oh-ho!


Brutto e Impossibile

Brutto, brutto e impossibile

con quei momenti e quell'orribile integrale

brutto, brutto e infattibile

e quei contazzi non si possono guardare

gira un giroscopio sulla punta ed io (mah?!)

ci penso forte forte e tanto non mi viene


Brutto, brutto e incapibile

con quei momenti e quell'orribile integrale

brutto ed intrattabile

con quelle forze e quel conto micidiale...

Azzurri

Cerco la Normale tutto l'anno... e all'improvviso... eccola qua

La voglia è partita per le spiagge

e sono solo

quaggiù a studiar


Sento volare sopra i tetti

l'ultima idea

che se ne va


Azzurri,

il compitino è troppo Azzurri e lungo

per me

mi accorgo

di non avere più risorse contro

di te

e allora

io quasi quasi prendo il treno e torno

torno dai miei

ma il treno

dei desideri

nei miei pensieri verso nord andrà.


Azzurri, ...


Cerco la costante sul foglietto

tra un pigreco

e un'acca bar

come facevo al liceo

ma qui c'è Azzurri

non si può più

Sta consegnando anche Caleo

non c'è DePalma

chissà perchééé


Altro

The LHC Tour Song

Andiamo a Ginevra

a smontare l'LHC

comunque i pezzi gli avanzano

che tanto è grosso così

rubando bulloni nel viavai

cercando di non finir nei guai

ma dai, ma dai ma dai, ma dai...

che tanto chi vuoi se ne accorga mai...


Andiamo a Ginevra

a smontare l'LHC


Che cosa potremmo farci

coi pezzi dell'LHC?


La macchina "fine di mondo"

o un tostapane 3D?

Un chip per produrre energia

facendola in barba all'entropia.


E poi, e poi, e poi, e poi, e poi? un ottovolante per protozoi.

Che sembra un'idea più geniale,

che usarli nell'LHC.


Ci hanno beccato a Ginevra

a smontare l'LHC

ma poi chi l'avrebbe pensato mai

che sarebbe esploso così?

Intanto con l'obbligo di espatriar

neanche i colloqui ci fan saltar:

perché, perché, perché, perché, perché?

Perché rischieremmo il ventitrè!

Per questo rimoniamo

in fretta quest'LHC.

Alla Normal...

Le ore degli ingegneri

ti sembran più corte sai

vorresti andare al Sant'Anna

non sai che gran sbaglio fai

se poi ti guardassi intorno

vedresti che la Normal

è piena di meraviglie

che altro tu vuoi di più?


Alla Normal...

Alla Normal...

Il Gran Settìs

Largo a sua maestà!

Largo al gran Settìs!

Ehi, voi, matematici in facoltà

Ehi tu, proprio tu, c'é una grande star!

Se il fato vorrà il suo sguardo v'incontrerà!

Campane suonate, tamburi rullate,

guardate é proprio là!

Grande Settis, il Direttor della Normale!

Faccia in giù, sempre più in giù, con umiltà!


Se il posto non perderai, in prima fila sarai!

É uno spettacolo che mai più tornerà!


Gran Settis, eccolo lì, Alí Ababua!


Muscoloso, meraviglioso, vale per tre!


Ci piace a sua signoria!

É mitico alla follia!

É un'altra categoria!

É il gran Settìs!

Sono d'oro i suoi mille cervelli! (Perché?)

Le barozze color bianco e blu! (Patate?)

I portieri son veri gioielli! (Signora Caterina!!)

Che cos'é?

Uno zoo?

Beee io lo so,

è una scuola di sangue blu!

Gran Settìs!

Sempre ammodo sempre affascinante

CHE PEDIGRÍ

Sempre oltremodo seducente

Settis Ababua

Io lo amo in modo stravolgente

TOGLIETE IL VELO PERCHÉ

SARA' UNA GRANDE SOIREE

Guardate che sguardo impertinente

Il Gran Settìs!

I suoi libri son cento e son lunghi!

Che belle scimmie! Che belle scimmie!

Li puoi legger ma non capirai!

Le barozze non sono mai stanche!

Sì lo amano!

Si prodigano di cure tutte piene per il loro principe Alí!

[...]

Sono solo formulette

Mi ricordo che anni fa

di sfuggita in facoltà

ho sentito un pazzo che sbraitava (era Traverso, N.d.A.)

e nei sogni di bambino

il versore era una spada

e la matrice non si triangolava...


E la voglia di integrare

e di diagonalizzare

forse m'è venuta proprio allora


Forse è stata una pazzia

però è l'unica maniera

di fare sempre quello che mi va


Non potrò mai diventare

ingegnere gestionale

o civile, oppure aerospaziale


Spero un dì di far carriera

perciò studio anche di sera

però la Normale è una galera


Sono solo formulette

Fabio BelTram

... e Beltram fa l'effetto di un demonio

e dopo il primo istante di terror

ti senti in suo poter

e tremi al sol veder

la giacca d'affermato direttor... / del neoeletto direttor

E Fabio Beltram, crudele vampir

potesse per sempre

dalla scuola sparir

che gioia, allora, che liberazion!

E Fabio, e Fabio... Beltram!


Sarà perché copiamo

Che confusione

sarà che non capisco

è un'illusione

finire l'esercizio

scrivi più grande

e vieni piu vicino

che se copiamo

passiamo il compitino.


Io copio al ritmo

a cui va la tua mano

è quasi ora

tra poco consegniamo

Cade un astuccio

e noi lo raccogliamo

c'è un bigliettino

e allora lo copiamo.


E copia copia con me

chi copia bene lo sa

e copia copia con me

chi copia tutto lo sa

e copia copia con me

ci vuole molta attenzione

per non far confusione

e copiare con te.


Ma dopo tutto

che cosa c'e di strano

sarà un teorema

però non lo sappiamo

che te ne frega

adesso lo copiamo

che te ne frega

adesso lo sappiamo.


Scrivi più grande

e vieni piu vicino

il conto è brutto

e non mi sembra giusto

non si capisce

che cosa c'e di strano

non si capisce

ma intanto lo copiamo.


E copia copia con me..



E copia copia con me

e sarà un successone

e copia copia con me

almeno un ventinove

e se la lode non c'è

ma dimmi dove siamo

che confusione

sarà perche ti amo.

I Generals

Otto problemi a testa

questo è il casino

e poi prega fino al mattino

poi il voto non lo dicono a te

Sono i generals, ma perché?


Forse questo ti sembrerà strano

ma la ragione

ti ha un po' preso la mano

ed ora sei quasi convinto che

niente esame se il programma non c'è


E a pensarci, che pazzia

è una favola, è solo fantasia

e chi è saggio, chi è maturo lo sa

non può esistere nella realtà!....


Son d'accordo con voi

non esiste un esame

senza regole e voti per voi

e se non c'è un criterio

non c'è neanche un programma

25 e sei fuori

ma perché? ma perché?


è di Vietri un'invenzione

per parlarne non esistono parole

non ci credi ma all'esame lui c'è

e indovina, boccerà proprio te


Son d'accordo con voi

niente date e programmi

ma che razza di esame è?

Niente voti e chiarezza

niente orali o DUE appelli (gesto con la mano)

sono proprio i generals

ma perché?.... ma perché?


Otto problemi a testa

questo è il casino

poi ripasso fino al mattino

ma l'orale non puoi farlo perché

hanno già bocciato proprio te


E ti prendono in giro

se non sai tutto quanto

ma non darti per vinto perché

chi l'esame ha inventato

e ti ride alle spalle

forse è ancora più pazzo di te

Io, Timpanaro che son io

Io un giorno crescerò,

forse saggio come il Venez diverrò.

Prima d'essere in Normal

non sapevo ancora come subottar.

Poi una notte di settembre là arrivai,

il vento sulla pelle,

sul Lungarno al chiarore delle stelle.

Quella già era casa mia,

quel bel collegio in cui studiavo nel cortile...


Io, Timpanaro che son io,

Timpanaro che non sono altro,

del Fermi nulla so,

adesso il Timpano è il collegio mio.


Sì, il collegio è ancora là,

ma del Timpano soltanto il nome ha.

No, nessun volea lasciar

quella casa vecchia da ristrutturar.

Poi una notte di settembre me ne andai,

il Subotto sulle spalle,

scatoloni, ricordi di cose belle,

lì più non c'era casa mia

né quel ragazzo che studiava in un cortile...


Io, Timpanaro che son io,

Timpanaro che non sono altro,

al Faedo non ci vò,

ma al mio collegio devo dire addio.


Ma la vita in Normal

andava avanti come tutto fosse ugual.

Corsi fino a cena e ancor,

Bang, ventiquattr'ore, Lupus, feste e PCAC.

Poi una notte di settembre mi svegliai,

sudore sulla pelle,

c'erano i Generals e un cielo senza stelle,

pensavo sempre a casa mia,

quel bel collegio in cui studiavo nel cortile...


Io, Timpanaro che son io,

Timpanaro che non sono altro,

al Carducci adesso sto,

ma ancora il Timpano è nel cuore mio.